Chi siamo... una breve storia dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini in Valle d'Aosta

 

Oltre ai Cordeliers presenti in Valle d'Aosta dal 1352 al 1800... nella regione è èresente un altro "ramo" dell'Ordine francescano, quello dei Cappuccini, chiamti per la prima volta ad Aosta nel 1618 dal vescovo Luigi Martini. Costruoto un convento ai piedi della collina, a nord della città, ove fu poi elevato il Seminario Minore (oggi Università della Valle d'Aosta), i Cappuccini si fecero apprezzare da tutte le comunità della Valle, che trassero un grande beneficio dal loro modello di vita improntato all'umiltà e alla carità e dalle loro missioni. Le loro predicazioni attiravano nelle chiese vere e proprie folle anche dalle parrocchie vicine ed ebbero l'effetto di mitigare superstizione e eccessi del devozionalismo, connaturati al tempo e alla società rurale, che i vescovi faticavano a debellare.

Nel 1633, dopo la terribile emergenza della peste, comunità di Cappuccini poterono insediarsi nei conventi di Chatillon e Morgex, fondati nel 1626.

A Donnas (1629), Cogne (1730) e Issime (1756) i fedeli stanziarono donfi per l'esercizione annuale di missioeni per la costruzione di edifici in cui ospirtare i frati durante la loro permanenza nelle parrocchie.

Soppressi dal governo francese il 31 agosto del 1802 e incamerati dallo Stato, il convento di Aosta fu venduto al notaio Cerise, quello di Chatillon trasformato in caserma e quello di Morgex messo all'asta. 

Mentre per il convento aostano la chiusura fu però definitiva, i frati tornarono a Chatillon nel 1817 e a Morgex nel 1829, incappando in nuove leggi contro il patrimonio ecclesiastico nel 1855 e nel 1866. 

nel 1888 i Cappuccini di Morgex, provenienti tutti dalla Savoia, furono esplusi per sempre, pagando in prima persona la tensione di quegli anni nei rapporti tra l'Italia e la Francia. Unico sopravvissuto ali eventi, il convento di Chatillon continua ad essere un importante punto di riferimento spirituale per i fedeli della Valle.

Fu ristabilito nel 1878 per opera di Père Laurent (Aosta 809-1880), figura di spicco della Chiesa e della cultura non solo a livello locale: provinciale di Francia (1847), poi Procuratore Generale del suo Ordine /1872), nella sua città egli ricoprì le più importanti cariche della Diocesi, fondò il ben noto Refuge des Pauvres (1869) e fu presidente dell'Académie Saint-Anselme. Varie figure hanno contrinuito in quest'ultimo secolo a rafforzare i legami d'affetto dei valdostani con i Cappuccini di Chatillon: si ricordano, tra le altre, quelle di Père Thomas, Père Théophile, Père Anélique, Père Antoine-Marie e dello storico Père Félix Tisserand (1909-1980).

 

Recapito telefonico: 0166 61471

 

 

Preghiera di ogni giorno...

 

GIORNI FESTIVI

Ore 8,30 Lodi mattutine

Ore 9,00 Eucaristia

Ore 18,00 Vespri

Ore 20,00 Eucaristia

 

GIORNI FERIALI

Ore 7,00 S. Messa Comunitaria

Ore 7,30 Lodi Mattutine e Meditazione

Ore 9,00 S. Messa

Ore 18,30 Rosario

Ore 18,50 Vespri

 

CONFESSIONI E ASCOLTO

Tutti i giorni i Frati sono disponibili per la Confessioni e l'ascolto. 

Per chiamare il confessore suonare il campanello in fondo alla Chiesa.

Parrocchia San Pietro

Via Gervasone 16 

11024 Châtillon (AO)

Italia

© 2016 created with Wix.com